Dalle detrazioni fiscali vigenti al Super Ecobonus

 

Ripartiamo insieme più forti di prima

 

Cosa sapere per dare le giuste risposte alle domande dei clienti.

 

 

Il Decreto Rilancio 13 maggio 2020 ha introdotto il SUPER ECOBONUS 110% che permette di fare una serie di lavori per la propria abitazione con una super detrazione fiscale o addirittura senza dover versare neanche un euro, creando grandi aspettative nell’opinione pubblica con le conseguenti richieste di informazione.

IL SUPER ECOBONUS È UNA MODIFICA NORMATIVA
RISPETTO AD ALTRE DETRAZIONI CHE C’ERANO GIÀ

Per avere la detrazione del 110% è necessario prevedere nel pacchetto lavori uno di questi due interventi Master:

  • Cappotto interno o esterno all’edificio per l’ISOLAMENTO TERMICO delle superfici opache (copertura, pavimento o parete) con un tetto di spesa di € 60 mila su unità immobiliari singole o in condominio e seconde case solo se in condominio
  • EFFICIENTAMENTO ENERGETICO relativo alle parti comuni degli edifici e degli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento e la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi anche in abbinamento al fotovoltaico e relativi sistemi di accumulo e impianti di micro generazione, con tetto di spesa di €30 mila per unità immobiliare

Questi due tipi di interventi di riqualificazione energetica danno accesso al Super Ecobonus 110% e fanno rientrare nella detrazione anche altri tipi di interventi (trainati) purché svolti congiuntamente ad almeno uno degli interventi di cui sopra e con l’obbligo di asseverazione da parte di un tecnico abilitato che deve certificare un miglioramento di 2 classi energetiche dell’immobile in base all’attestato di prestazione energetica (Ape).

INSTALLAZIONE DI IMPIANTI SOLARI TERMICI
SOSTITUZIONE ANCHE PARZIALE DI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE
SOSTITUZIONE DI SCALDA ACQUA TRADIZIONALI CON QUELLI IN POMPA DI CALORE
INSTALLAZIONE DI DISPOSITIVI PER IL CONTROLLO DA REMOTO DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE E RISCALDAMENTO

 

Un intervento ‘trainante’ è la sostituzione della vecchia caldaia con la pompa di calore nelle case monofamiliari e nei condomini. Questa spinta darà un nuovo grande contributo al passaggio dalle energie fossili alla corrente elettrica andando verso l’utilizzazione in grande scala delle pompe di calore, da tutti nominate ma ancora in piccolissima parte utilizzate nelle abitazioni rispetto alle tradizionali caldaie a condensazione.

 

La riqualificazione della centrale termica di condomini anche con nuove caldaie a condensazione in cascata rientra nel gruppo degli interventi cosiddetti ‘principali’. Questo nuovo Superbonus potrebbe dare una forte spinta al risanamento di tutte le strutture condominiali che da molto tempo faticano ad adeguarsi dal punto di vista energetico e in Italia risultano ancora le strutture residenziali più energivore.

 

I lavori di riqualificazione dovranno interessare i condomini, le case singole adibite ad abitazione principale e i complessi appartenenti agli Istituti autonomi case popolari (IACP). Sono escluse le seconde case (a meno che non facciano parte di un condominio), gli immobili delle imprese e gli uffici utilizzati per lo svolgimento della professione.

Di converso, in assenza di lavori trainanti nel condominio, il singolo condomino può comunque far ricorso alle detrazioni per il risparmio energetico di cui all’articolo 14 del D.L. 63/2013 (ordinariamente con aliquota del 65% e in alcuni casi del 50%), così come a quelle per le ristrutturazioni ex articolo 16-bis del Tuir con aliquota al 50%, comunque con possibilità di ottenere lo sconto in fattura o di cedere il credito corrispondente alla detrazione ex articolo 121 del Dl 34/2020[2].

LE DUE CATEGORIE EDILIZIE DESTINATARIE SONO
LA CASA AUTONOMA E L’UNITÀ IMMOBILIARE INSERITA IN UN CONDOMINIO

La detrazione del 110% riguarderà le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021: il contribuente potrà applicare la detrazione direttamente nella dichiarazione dei redditi o in alternativa scegliere lo sconto in fattura o la cessione del credito nel caso che l’impresa fosse interessata.

Lo sconto in fattura è la somma che corrisponde alla detrazione spettante scalata direttamente sul corrispettivo dovuto al fornitore, il quale recupererà la somma scontandola sulle tasse o cederà il credito a un Istituto bancario o a un’Assicurazione in cambio di liquidità immediata.

 

Guida riassuntiva preparata da logical.it relativa agli interventi incentivati suddivisi in principali e secondari.

 

La parola all’esperto Ing. Deborah Gretti SYSPLAN INGEGNERIA

Un’opportunità ancora tutta da scoprire, quella del Super Ecobonus, che ha colto Tecnici e Contribuenti di sorpresa lo scorso maggio! Una detrazione che supera l’ammontare della spesa sostenuta è decisamente un messaggio da parte del nostro Governo, che ci esorta ad intervenire per migliorare le nostre abitazioni e lo fa attraverso meccanismi che già conoscevamo come la cessione del credito e lo sconto in fattura, ma amplificati verso istituti di credito e intermediari finanziari non solo per i soggetti incapienti.

D’altronde già con l’Ecobonus per la riqualificazione delle parti comuni dei condomini attraverso detrazioni fino all’80% questo meccanismo aveva preso piede proprio per tutelare anche i soggetti incapienti o con IRPEF ridotto; ora con una percentuale che si eleva al 110% la cessione del credito diviene quasi fondamentale.

Non ci si può permettere di lasciar passare questo treno, grazie al quale milioni di connazionali potranno elevare il confort delle proprie abitazioni e, perchè no, la rendita in caso di vendita futura.

Il focus tech di Mauro Baldin

Per capire meglio le possibilità di rientrare nei parametri del SUPER ECOBONUS 110%, CVB mette a disposizione degli installatori le giuste risorse specializzate per trovare la migliore soluzione anche con tecnici abilitati per le asseverazioni richieste dal decreto.

Abbiamo qui indicato alcuni prodotti chiave per facilitare l’innesco di trattative relative a lavori che possono approfittare di questa detrazione.

Per facilitare risposte precise alle tante domande del mercato abbiamo programmato per il prossimo futuro una serie di seminari formativi per trasferire ai nostri clienti installatori un supporto concreto alla prevedibile crescente richiesta.

 

Chiedi le informazioni che ti servono

Un nostro esperto è a tua disposizione per ogni esigenza

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta sempre aggiornato su tutte le novità