Più comfort per dare più valore alla casa

Nell’edilizia il sogno più diffuso è quello di costruire o ristrutturare in modo da assicurare il massimo comfort abitativo con il massimo risparmio energetico: solamente le tecnologie più avanzate ci possono venire incontro, a patto però di avere partner altamente specializzati per la progettazione degli impianti e per la fornitura delle migliori soluzioni tecnologiche, in grado sempre di integrare il meglio che c’è sul mercato

Il valore di un’abitazione si misura tra l’altro anche dal grado di benessere che percepisce chi la abita e quindi dal grado di comfort che la casa assicura a chi ci vive: la temperatura ideale in ogni stagione dell’anno, il giusto livello di umidità e l’omogeneità climatica sono quindi quei fattori essenziali per la misura del comfort abitativo che può migliorare la qualità della vita.


Sia le prestazioni psico-fisiche che quelle lavorative della persona sono sensibilmente correlate alle condizioni di comfort dell’ambiente in cui si trova: studi e test effettuati in tutto il mondo dimostrano che l’umore, la positività, la concentrazione e la produttività sono direttamente collegate al grado di comfort dell’ambiente in cui si staziona.

Il sistema di riscaldamento e raffrescamento rappresenta fra tutti gli impianti della casa forse la scelta che può realmente condizionare il benessere delle persone che ci abitano e perciò dev’essere progettato tenendo conto di tutti quei fattori che, correlati nel modo corretto, puntano a raggiungere il suo massimo livello nell’ambiente. Due sono i fattori che condizionano il risultato finale, e quindi il benessere percepito nell’abitazione: la temperatura giusta associata al giusto livello di umidità.


Per avere la sensazione più piacevole nell’ambiente in cui viviamo, le pareti dovrebbero avere una temperatura di un paio di gradi superiore dell’aria in inverno, e di un paio di gradi più fresca dell’aria ambiente in estate, con un’umidità relativa compresa tra il 50 e il 60%.

Per misurare la temperatura percepita dal corpo umano, soprattutto in presenza di forte umidità nell’aria (la tipica afa estiva), non esiste un solo metodo, ma sono disponibili più indici che misurano rilevazioni effettuate in modo diverso e con parametri differenti. I primi studi sono stati effettuati nel 1965 in Canada, ma solo successivamente alcuni meteorologi canadesi hanno individuato una scala, cui hanno dato il nome di Humidex: considerando la temperatura dell’aria e l’umidità relativa, essa cerca di calcolare un singolo valore in grado di descrivere il disagio per l’uomo in giorni umidi e caldi.


L’indice Humidex, utilizzato per valutare il benessere biometereologico dell’uomo in relazione all’umidità e alla temperatura, colloca il rapporto ideale tra i 18-24 °C di temperatura e il 40-60% di umidità.

Un buon livello di umidità aumenta la sensazione di caldo percepito, mentre un tasso di umidità troppo basso aumenta l’evaporazione cutanea facendo raffreddare il corpo più in fretta. Inoltre l’aria secca può inaridire le mucose e irritare le vie aeree, causando mal di gola e mal di testa. Grazie alla continua ricerca del comfort termico, che nasce dall’esigenza di migliorare la qualità della vita, possiamo tranquillamente affermare che il miglior grado di comfort dell’ambiente si può raggiungere con un sistema di climatizzazione radiante, sia esso a pavimento, a parete o a soffitto, perché ci permette di avere un’uniformità della temperatura ambiente (superfici ed aria) con corrette proporzioni di scambio termico fra il nostro corpo e l’ambiente e una corretta regolazione che consente il controllo ottimale dell’umidità.

Rappresentazione del comfort termico: anche se non ce ne accorgiamo direttamente, noi possiamo non percepire un senso completo di benessere dai sistemi di climatizzazione ad aria forzata, che vanno a stimolare in maniera continua i sensori presenti nel nostro corpo, abbassando la capacità di concentrazione e il rendimento, e provocando stanchezza e mal di testa.

Il Team CVB Professional è da sempre impegnato nello studio del comfort dell’ambiente, ed è in grado di proporre ai propri partner le soluzioni impiantistiche che ottimizzano il miglior rapporto tra comfort e risparmio energetico, integrando tutti i prodotti proposti, ivi compresa la regolazione.

Numerosi sono i progetti che abbiamo realizzato con l’obiettivo del massimo comfort abitativo, integrando al meglio le varie soluzioni possibili, come nel caso della Ventilazione Meccanica Controllata, dei sistemi radianti a bassa inerzia e delle biomasse.